PERCHÈ ESSERCI

CANAPA INDUSTRIALE

La canapa è considerata una delle più antiche colture della civiltà umana, usata per le più diverse applicazioni, dalla produzione di tessuti e corde all’uso alimentare ed edilizio.

La canapa industriale, avendo livelli minimi di THC, non provoca alcun effetto psicoattivo. Grazie agli infiniti usi di questa pianta e alla riscoperta delle sue proprietà, l’industria della canapa in tutto il mondo è in costante crescita.

È una pianta facile da coltivare, non richiede particolari attenzioni ed è molto resistente ai parassiti, il che consente di ridurre i trattamenti con pesticidi. Inoltre, è anche in grado di condizionare il suolo, assorbendo i metalli e le tossine in eccesso e, quindi, bonificando i terreni contaminati. Una pianta capace di correggere gli errori commessi dall’uomo.

EDILIZIA

Isolamento termico, risparmio energetico, isolamento acustico e resistenza antincendio. Combinando poi la sua fibra con quella del legno, si ottengono anche pannelli adatti all’arredamento e al design.

CARTA

Con la stoppa della canapa si può fabbricare una carta di alta qualità, sottile e resistente, che in passato sostituiva la moderna carta prodotta dal legno d’albero sminuzzato e sbiancato con processi chimici.

BIOCOMBUSTIBILE

Nel 1937 Henry Ford creò la Hemp Body Car, in gran parte realizzata in canapa e alimentata a etanolo di canapa. Nel 1955 la coltivazione della canapa venne proibita negli Usa, dunque la vettura non entrò mai in produzione. L’utilizzo della canapa nel settore automobilistico fu ripreso dalla casa inglese Lotus negli anni del 2000.

 

 

TESSUTI

Agli inizi del Novecento l’Italia era tra i primi produttori mondiali di Canapa. Nel 1940 il paese dedicava alla coltura della canapa 90mila ettari del proprio territorio. Uno degli usi più antichi è stata la produzione di fibra: le stoffe che si ottengono dalla Canapa sono morbide, fresche in estate e calde d’inverno, assorbono l’umidità dal corpo e la rilasciano all’esterno, sono molto resistenti e hanno la caratteristica particolare di assorbire i raggi infrarossi e UVA fino al 95% e di schermare dalle radiazioni di campi elettrostatici ed elettromagnetici. È inoltre un tessuto naturale, che non ha cioè subito alcun tipo di lavorazione chimica.

CORDAME

Fino agli ’30 venivano fabbricate corde, funi, reti, ma anche finimenti per animali da soma e da tiro.

ALIMENTAZIONE

I semi di Canapa, consumati così o trasformati in olio e farine, possono essere utilizzati per l’alimentazione umana e animale. Le proprietà dei semi sono state riconosciute dal Ministero della Salute con una Circolare in data 22 maggio 2009. Privi di THC, sono infatti ricchi di omega 6 ed omega 3 e si prestano bene all’alimentazione vegana e vegetariana in quanto ricchi di proteine che comprendono tutti gli aminoacidi essenziali, in proporzione ottimale e in forma facilmente digeribile.

Ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi di Cannabis sativa, l’olio di canapa è un olio vegetale ricco in acidi grassi essenziali dalle spiccate proprietà antiossidanti, immunomodulanti e antinfiammatorie, attualmente oggetto di studi e ricerche scientifiche. Insieme all’olio di pesce a quello di semi di lino, l’olio di canapa è una delle poche fonti vegetali di acido alfa linolenico.

PRODOTTI A BASE DI CBD (CANNABIDIOLO)

Il CBD è il secondo composto più importante della cannabis. La pianta della cannabis contiene molti differenti cannabinoidi: ne sono stati scoperti 80 diversi, e sembra ce ne siano molti altri ancora.

A differenza del THC, il CBD (cannabidiolo)  è un cannabinoide non psicoattivo, e non provoca l’effetto “sballo”. Al contrario, il CBD ha un effetto antipsicotico, oltre ad essere apprezzato  per le sue proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, muscolo-rilassanti, analgesiche, antiemetiche, ansiolitiche e per i suoi effetti anticonvulsivanti rilevate da diversi studi.

Prodotti a base di CBD: capsule, cristalli, olii, infiorescenze, creme.

SETTORE GROW

Il settore Grow comprende tutte le attrezzature per la coltivazione necessarie al raggiungimento del prodotto finito.

Un settore in continuo aggiornamento sulle nuove tecnologie ed innovazioni provenienti da tutto il mondo.

Prodotti dedicati alla coltivazione idroponica, aeroponica e quella tradizionale, sia indoor che outdoor.

Saranno presenti aziende Europee leader nell’ambito dei fertilizzanti, lampade e tecnologie per la coltivazione.

 

BANCHE DI SEMI

Le Banche di Semi di Cannabis sono presenti in tutto il mondo e anche in Italia. Sono aziende che, avendo maturato un’ampia esperienza nell’ambito delle genetiche di Cannabis, studiano per la realizzazione di nuovi strain attraverso l’utilizzo dei ceppi tradizionali e incroci tra le genetiche.

Parteciperanno al 4.20 Hemp Fest 2019 le  principali Seed Banks europee.

 

*I semi di Cannabis sono esclusi dalla nozione legale di Cannabis, ciò significa che essi non sono da considerarsi sostanza stupefacente (L. 412 del 1974, art. 1, comma 1, lett. B; Convenzione unica sugli stupefacenti di New York del 1961 e tabella II del decreto ministeriale 27/7/1992). In Italia la coltivazione di Cannabis è vietata (artt. 28 e 73 del DPR 309/90) se non si è in possesso di apposita autorizzazione (art. 17 DPR 309/90). Pertanto i semi potranno essere utilizzati esclusivamente per altri fini (ad es: collezionismo).

HEAD SHOP / PARAPHERNALIA

Gli head shop nascono negli anni sessanta in America come negozi legati alla cultura ludica e ricreativa, attraverso la vendita di oggettistica per il consumo.

Negli anni lo sviluppo del settore si è definito per la scelta di materiali sempre più pregiati e soluzioni innovatiche e tecnologicamente avanzate.

Copyright © 2018
4.20 Hemp Fest

4.20 HEMP FEST 2020 - 3.4.5 APRILE 2020 - presso VIA MECENATE 88A, 20138 MILANO